[smartslider3 slider=”7″]

Il nostro team è composto da risorse ad alto potenziale, dalle competenze e capacità complementari ed eterogenee. Lavoriamo in squadra, sviluppando strategie in armonia con la nostra Mission che condividiamo senza bisogno di slide o conference call.

Prendiamo insieme le decisioni, ogni nostro pensiero e ogni azione sono volti a realizzare il comune obiettivo, perfettamente in armonia con i nostri valori umani: soddisfare i clienti che verranno, andando anche oltre le loro aspettative.

I nostri meeting sono informali e sorgono spontaneamente, senza bisogno di trovare slot o di fissarli con largo anticipo: si svolgono per di più sul divano a fine giornata, o mentre facciamo merenda al pomeriggio seduti all’ombra della pergola, o quando passeggiamo al tramonto.

Siamo connessi più che mai, nonostante la nostra copertura non abbia performance da record, e quasi si azzeri nei giorni di forte vento.

Chico
Chico

Leader gerarchico e funzionale, indiscusso padrone della nostra impresa, della proprietà e del territorio circostante. Ha quasi 8 anni di anzianità di ruolo: si presenta con sembianze di gatto grigio, ha occhi gialli, è enorme, elegante, sinuoso e bellissimo. La sua anarchica strafottenza, il suo egoismo smisurato, la sua prepotenza dittatoriale e il suo fascino lo rendono ormai un’icona per tutto il circondario. Fortemente autoritario, non crede affatto nella leadership orizzontale.
Di solito si sistema in una posizione rialzata dalla quale osserva con snobismo ogni nostra attività quotidiana, limitandosi ad avare manifestazioni fisiche, che noi vogliamo interpretare come plausi alle nostre opere, o illusori gesti affettuosi; si tratta di brevi miagolii, giravolte su se stesso e qualche raro avvicinamento alle nostre gambe. Per il resto rifiuta il contatto umano, e si allontana schifato se proviamo a toccarlo con le mani.
La sua supervisione severa e priva di magnanimità, e il suo elevato standard di eccellenza ci spingono a superarci: sappiamo che soddisfare le sue alte aspettative ci permetterà di raggiungere e mantenere i nostri obiettivi.

Tiki
Tiki

Prodigioso incrocio tra cane e guru. Giovane trovatello sopravvissuto a un incidente stradale, preso al canile circa tre anni fa. Meticcio bianco con macchie nere, di taglia media, non esattamente proporzionato, ma in perfetta forma fisica.
Svolge il ruolo di Consulente e Responsabile delle Risorse Umane: si rivela ogni giorno un Mentor indispensabile, perché capace di esaltare i talenti delle maestranze. Fortemente empatico, è capace di mediare fra le esigenze del leader e quelle della forza lavoro.
È un portatore sano di gioia, che sprigiona in modo generoso e inesauribile. Segue ogni nostro spostamento, assiste silenzioso a ogni nostra attività, sempre pronto a trasmettere affetto e infondere tenerezza.
Ricorriamo a lui molte volte al giorno per trovare soluzioni, farci coraggio, o riposare braccia o mani esauste: ci basta fare una breve pausa per farlo avvicinare a noi e quindi fare il pieno di amore, pace, serenità e ritrovare l’entusiasmo e l’autostima.
La sua indulgenza e la sua capacità di relativizzareci ricordano che la perfezione non è coerente con il nostro progetto di restauro di una vecchia casa utilizzando solo materiali eco-sostenibili.

Massimiliano
Massimiliano

Essere umano dai nobili valori e dalle numerose intelligenze, tra le quali spicca quella pratica. Classe 1974, veneto quindi instancabile lavoratore, umile, alieno al lamento, incapace di tollerare un muro o un pavimento “fuori squadra”.
Designer d’interni, visionario e avanguardista, adoratore del minimalismo, è abile nell’inventare, progettare, disegnare – e adesso anche realizzare – strutture e arredamenti rigorosamente in bolla, naturali e “materici”, come dice lui.
Paziente e meticoloso, è naturalmente in grado di vivere il presente: il lavoro pratico è il suo anti-stress. Affronta le difficoltà una per volta: per questo riesce a mantenere alti livelli di qualità nel lavoro e, cosa ben più importante, il proprio benessere emotivo.

Laura
Laura

Essere umano entusiasta della vita, ottimista patologica, capace di risolvere procedure burocratiche assurde, pronta a insistere fino allo sfinimento di qualunque istituzione o impiegato pubblico. Classe 1972, ligure quindi fervente adepta della religione del mugugno, ironica e autoironica, ma anche impavida nell’esplorare nuovi mondi e creare rotte sconosciute.
Abituata più a studiare e parlare che a fare, ma disposta a imparare.
Ogni giorno scopre, grazie all’acido lattico, muscoli sempre meno atrofizzati; sperimenta la nobiltà della fatica fisica e la dignità che accompagna ogni lavoro manuale realizzato con impegno e dedizione.**

Il Team si avvale anche di Consulenti Esterni: esseri umani con elevate competenze trasversali e cuori straordinari. Alcuni sono Manager che nella loro vita precedente smanettano al computer in ambienti altamente competitivi, e qui si sporcano le mani. Dicono di “aver bisogno di tornare all’essenziale”, perciò vengono qui a prestare la loro opera in cambio di ospitalità, forse un po’ spartana, ma di certo autentica. Dicono che anche loro vogliono, almeno per un po’, “essere liberi, respirare a pieni polmoni, e creare qualcosa di tangibile. E contribuire a un piccolo e grande sogno che durerà nel tempo”.

**Una confessione di Laura:

Sono lontanissimi e sbiaditi i miei giorni passati smanettando sulla tastiera del computer, con mani morbide, unghie curatissime e smaltate, a fare lavori “di concetto”, vestita e truccata come una diva di Hollywood, seduta su una costosa sedia ergonomica, mentre i telefoni squillano e sovrastano il rumore dei clacson, i capi esigono il raggiungimento del budget, i clienti si lamentano – il più delle volte con ragione, e io non posso fare un granché, se non voler scappare al più presto dall’ufficio, per sfogarmi comprando oggetti costosi e firmati, o correre a un apericena nel lounge bar di tendenza.

Da un bel po’ di tempo ormai mi sporco – e lavo – moltissimo le mani, che per questo ora sono ruvide e screpolate; non mi trucco perché il sole mi abbronza, indosso vecchie tute con qualche buco e numerose macchie di calce, pitture e oli naturali che uso per dipingere il legno.

Quando il vento soffia forte mi incappuccio e il mio look rende difficile capire se sono una donna, un uomo o un animale mitologico.

Mi piace lavorare in silenzio, godendomi i suoni gentilmente offerti dalla natura.

I miei capi e colleghi ora sono gli esseri viventi che amo di più al mondo.

Scopri di piu’ di Laura su www.lauracarbone.it